PVC – Polivinilcloruro

Buongiorno a tutti,

vediamo oggi le caratteristiche di un altro materiale plastico, il PVC

La sigla sta per Polivinilcloruro e si divide in due categorie:

  • PVC – U rigido estruso
  • PVC – U rigido pressato

Il PVC rigido estruso, è un tecnopolimero che è in grado di resistere molto bene in ambienti chimicamente aggressivi, un pò come il polipropilene.

Ha un costo molto contenuto ma, dato il suo peso specifico elevato, in certi casi la sua convenienza si riduce drasticamente.

E’ un materiale plastico molto duro, e per questo anche fragile, perciò non è adatto in applicazioni con urti.

Il campo di temperatura a cui può operare è ristretto tra i -5°C ed i + 60°C.

Viene utilizzato maggiormente per realizzare vasche per l’industria chimica, galvanica o per impianti di depurazione acque.

Di solito è disponibile in lastre, barre tonde o manicotti.

I colori standard previsti sono: bianco, nero, grigio, avorio e rosso. Possono essere realizzati colori personalizzati su richiesta ma servono quantità elevate per poterne giustificare la produzione.

PVC 3

Il PVC rigido pressato, ha le stesse caratteristiche di quello estruso, solo che , grazie al differente metodo di produzione, possono essere realizzate lastre con spessore maggiore rispetto a quelle che si possono ottenere con la versione estrusa. 

PVC 4

Per ricevere in OMAGGIO la scheda tecnica del PVC o per avere ulteriori informazioni circa le misure di semilavorati disponibili, prezzi e prodotti, finiti a disegno, o per lasciare semplicemente un commento, registratevi compilando il breve form qui sotto, sarò lieto di rispondere alle vostre domande.

A presto!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *