BENVENUTI!

In questo sito potete trovare ampia disponibilità di materie plastiche e tutte le informazioni che cercate riguardo alle loro caratteristiche, all’impiego ed alla loro lavorabilità.

Vedremo le caratteristiche dei materiali più utilizzati e la loro applicabilità.

Il vantaggio che troverete in questo blog è quello di coniugare i servizi proposti dalla società che rappresento (lavorazione o fornitura di materiali plastici) alla possibilità di ricevere assistenza tecnica ed informazioni utili per impiegare al meglio questi prodotti sul vostro impianto o macchinario!

Considereremo alcuni parametri fondamentali da tener ben presenti quando si sceglie un materiale plastico, come ad esempio la temperatura, le tolleranze, la densità  o il peso specifico.

Vi fornirò assistenza per individuare il materiale più idoneo alle vostre necessità

Vedremo le tipologie di lavorazioni che possiamo effettuare nell’officina dell’azienda da me rappresentata e quelli che saranno i futuri sviluppi.

Vi fornirò le schede tecniche dei vari materiali e vi potrò far avere la sigla commerciale di un materiale partendo da quella che avete in mano (che spesso viene modificata dai produttori delle materie prime per rendere difficile ai concorrenti la rintracciabilità del materiale).

Daremo una panoramica sul nostro magazzino di materie prime (semilavorati).

SE UN ARTICOLO VI E’ STATO UTILE, O SE AVETE DELLE DOMANDE, LASCIATE UN COMMENTO O SCRIVETEMI REGISTRANDOVI

Buona navigazione!

 Stefano De Grazia

Marchio Stefano De Grazia 300x300

 

Peek

Buongiorno,

oggi vediamo un materiale plastico abbastanza particolare ma piuttosto conosciuto ed utilizzato: il Peek.

La sua denominazione è Polietereterchetone ed è un polimero semicristallino appartenetente alla famiglia dei tecnopolimeri ad alte prestazioni, i superpolimeri .

La sua principale caratteristica è la resistenza ad elevate temperature; infatti può essere utilizzato in applicazioni fino a +260°C o anche fino a – 60°C.

Inoltre presenta eccellenti doti di resistenza meccanica e chimica e queste caratteristiche è in grado di mantenerle fino ai punti massimi delle temperature sopra riportate.

A 143°C subisce una fase di transizione vetrosa per poi stabilizzarsi fino alla massima temperatura. E’ un tecnopolimero che fonde a 343 °C.

Essendo così resistente alla temperatura, ha un’ottima stabilità dimensionale, è difficilmente infiammabile ed è soprattutto autoestinguente (tende quindi a non fare fiamma ma piuttosto a carbonizzarsi).

Meccanicamente ha ottime caratteristiche; infatti presenta elevata rigidità e durezza ed ha un’altissima alla flessione ed alla trazione.

Grazie alla sua tenacia, è molto ben lavorabile alle macchine utensili sia da tornio che da fresa a più assi.

Ha una buona resistenza agli agenti chimici, è dielettrico ed è utilizzabile nel settore alimentare.

Adviplast - peek 2

Il programma commerciale del Peek comprende:

  • Peek naturale estruso in barre o in lastre di colore naturale beige
  • Peek MOD di colore nero che presenta l’aggiunta di additivi che ne aumentano la scorrevolezza
  • Peek + GF 30 presenta l’aggiunta al 30% di fibre di vetro che ne aumentano la resistenza all’abrasione

Il Peek naturale, ottenuto per estrusione, viene impiegato maggiormente per realizzare parti di forni industriali, parti di attrezzature mediche, isolanti, ingranaggi, leveraggi, anelli di tenuta.

La nostra disponibilità comprende:

Barra PEEK naturale
Lunghezza: 1.000 – 3.000mm
Diametro: da 5 a 200mm
Lastra PEEK naturale
Formato: 620x1000mm – 620x 3.000mm
Spessore: da 5 a 100mm
Manicotto PEEK
Formato a richiesta
Colori: naturale beige

Il Peek Mod invece, presenta le caratteristiche di base di quello naturale, ma grazie all’aggiunta di additivi come il PTFE e la grafite, questo materiale plastico è in grado di avere un coefficiente d’attrito più basso e quindi una maggiore scorrevolezza.

Viene impiegato  per la costruzione di pattini, cuscinetti a strisciamento (detti boccole), piastre pulegge e anche rulli.

Viene fornito solo in barre e la nostra disponibilità prevede:

Barra PEEK MOD
Lunghezza: 3.000mm
Diametro: da 10 a 80mm
Colori: nero

Il Peek+GF 30 è, come detto, un polimero che presenta nella sua struttura un’aggiunta di fibre di vetro (GF infatti sta per glass fiber) al 30%. Quindi, il 30% della sua struttura molecolare è composto da fibre di vetro.

In questa conformazione il Peek è in grado di resistere maggiormente all’abrasione ed all’usura. Risulta superiore anche la resistenza a trazione e a torsione.

Questo tecnopolimero caricato, non è però idoneo al contatto con alimenti.

Viene impiegato ad esempio per realizzare perni, pulegge o piastre anti usura. 

Il nostro programma di vendita prevede:  

Barra PEEK GF 30
Lunghezza: 3.000mm
Diametro: da 10 a 100mm
Colori: nero

Fortunatamente questo materiale plastico non ha subito grandi variazioni di nomi commerciali; resta comunque disponibile la mia tabella alla conversione dei maggiori nomi commerciali dei tecnopolimeri al link http://www.materieplastiche.info/scheda-ptfe/nomi-commerciali-materie/

Per ottenere maggiori informazioni, avere in OMAGGIO la scheda tecnica del peek o per lasciare un commento a questo articolo, registratevi compilando il breve form qui sotto, sarò lieto di darvi tute le informazioni di cui avete bisogno!

A presto!

PPS + GF40

Buongiorno, oggi vediamo la variante al polifenilsulfide PPS, il PPS+GF40.

PPS - Polifenilsulfide 2

E’ un materiale plastico appartenente sempre alla categoria dei superpolimeri ed a differenza del polifenilsulfide, presenta delle cariche in fibra di vetro al 40% che ne aumentano la scorrevolezza.

Essendo un superpolimero, rimane la sua caratteristica di idoneità alle alte temperature.

E’ disponibile solo in barre tonde di colore nero.

I formati disponibili sono:

Barra PPS GF40
Lunghezza: 3.000mm
Diametro: da 20 mm a 50 mm
Colori: nero

Per ricevere in OMAGGIO la scheda tecnica del PPS+GF40, per avere maggiori informazioni circa questo materiale plastico o per lasciare un commento, registratevi compilando il breve form qui sotto.

A presto!

PPS – Polifenilsulfide

Buongiorno a tutti,

oggi vediamo il tecnopolimero appartenente alla categoria dei superpolimeri denominato polifenilsulfide.

PPS - Polifenilsulfide 2

E’ un materiale plastico ottenuto per estrusione che ha come principale caratteristica, la resistenza ad alte temperature, caratteristica che accomuna i superpolimeri.

Il PPS naturale che descriviamo in questo articolo, si presenta di colore bianco – grigiastro ed è solo disponibile in barre tonde.

E’ impiegabile in applicazioni fino a 240 ° C ed ha un’ottima rigidità.

Viene utilizzato per realizzare componenti come ventole o giranti per il settore automobilistico o per quello delle pompe industriali e comunque sempre dove la temperatura alta riveste un’importanza determinante.

Ha un costo piuttosto elevato perciò i campi di utilizzo devono essere specifici e ben ponderati.

I formati disponibili sono:

Barra PPS naturale
Lunghezza: 3.000mm
Diametro: da 20 mm a 80 mm
Colori: naturale

Per ricevere in OMAGGIO la scheda  tecnica del polifenilsulfide, per lasciare un commento o per ricevere maggiori informazioni, registratevi compilando il breve form qui sotto.

A presto!

Poliuretano 90 Sh

Il poliuretano 90 Shore è un tecnopolimero realizzato per centrifugazione o per colata.

Unisce ai vantaggi delle gomme naturali e sintetiche, quelli dei materiali plastici di tipo poliammidico.

Poliuretano 2

E’ un materiale plastico flessibile e resistente agli agenti chimici, agli oli, ai grassi ed alla benzina. 

Ha anche ottime caratteristiche meccaniche in quanto resiste molto bene all’abrasione, al taglio ed allo strappo; inoltre resiste molto bene alle basse temperature ed all’invecchiamento.

Si presenta in lastre e barre tonde di colore rosso o marrone ma si possono avere anche altri colori su richiesta.

Viene applicato in applicazioni sia con basse temperature sia a quelle alte non superiori agli 80°C.

Viene impiegato per rivestire ruote per carrelli elevatori, per realizzare particolari antiusura ( per esempio di ascensori o di macchine edili e stradali), molle per stampi, tamponi per ammortizzatori, paracolpi.

Poliuretano

 

I formati disponibili sono:

Barra Poliuretano 90 sh
Lunghezza: 500mm
Diametro: da 10 mm a 160 mm

Lastra Poliuretano 90 sh
Formato: 500×3.000mm
Spessore: da 1mm a 20mm
Colori: rosso-marrone

Per ricevere in OMAGGIO la scheda tecnica del Poliuretano 90 Sh, per avere maggiori informazioni o per commentare questo articolo registratevi compilando il breve form qui sotto.

A presto!

PVC rigido trasparente

Dopo il PVC flessibile trasparente, vediamo ora quello rigido trasparente.

PVC rigido trasparente

La prima differenza, lo dice il nome stesso, è che questo tecnopolimero presenta un livello di rigidità nettamente superiore a quello flessibile.

Perciò è resistente agli urti ma anche agli agenti atmosferici.

Abbina un ottimo livello di trasparenza ad un costo contenuto.

E’ utilizzato maggiormente per realizzare espositori, lucernari, stand fieristici, display, vasche per settori chimici e galvanici e nell’arredamento.

Come il PVC flessibile non resiste alle alte temperature ed ha problemi anche a quelle basse .

E’ disponibile in lastre, tondi manicotti ma anche con profili quadri, esagonali, a “T”, a “U” e a “L” per realizzare anche canalette.

E’ un materiale plastico facilmente lavorabile, saldabile ed incollabile.

 

Colori: trasparente, avorio, grigio scuro, rosso e naturale.

E’ disponibile con spessori molto ridotti

Per maggiori informazioni, per ricevere in OMAGGIO la scheda tecnica del PVC rigido trasparente o per commentare questo articolo registratevi compilando il breve form qui sotto.

A presto!

PVC flessibile trasparente

Buongiorno, vediamo oggi il tecnopolimero denominato PVC flessibile trasparente.

PVC trasparente

E’ un materiale plastico ottenuto per estrusione piuttosto morbido.

Viene utilizzato per proteggere dalle intemperie le zone all’interno di portoni industriali.

Il polivinilcloruro trasparente, è un materiale che non resiste ai raggi UV e nemmeno alle alte temperature, però ha un’ottima resistenza agli agenti chimici.

E’ disponibile in lastre o strisce con spessori che partono da 1 mm a 5 mm ed è di colore trasparente azzurrato.

PVC trasparente 2

I formati disponibili sono:

Bobine PVC
Lunghezza: 20mt
Spessore: da 1 a 5mm
Altezza: da 200mm a 1.500mm

Colori: trasparente

Per  avere maggiori informazioni riguardo al PVC flessibile trasparente, ricevere la scheda tecnica di questo tecnopolimero o per lasciare un commento, registratevi al breve form qui sotto, sarò felice di rispondere ai vostri quesiti.

A presto!

PET

Ciao a tutti, oggi vediamo il materiale chiamato PET o Polietilene Tereftalato meglio conosciuto come Arnite.

PET Arnite

E’ un tecnopolimero cristallino ottenuto per estrusione e le sue caratteristiche principali sono l’ottima scorrevolezza, la durezza e la stabilità dimensionale.

Grazie a queste caratteristiche è utilizzato per realizzare guide, slitte, raschiatori, camme, ruote dentate e in tutte quelle applicazioni dove è richiesta resistenza ad alti carichi o alte velocità.

E’ un materiale plastico non igroscopico, non assorbe quindi umidità, la sua stabilità gli permette di lavorare in un campo di temperatura compreso tra i -20°C ed i + 100 °C.

E’ idoneo al contatto con gli alimenti

Disponibile in lastre o barre di diverse dimensioni e colori bianco o nero con i seguenti formati:

Barra Pet Vergine
Lunghezza: 3000 mm
Diametro: da 10 a 200 mm
Lastra PET Vergine
Formato: 620×2000 mm- 620x 3000mm
Spessore: da 8 a 100 mm

Colori: bianco naturale- Nero

PET Arnite 2

Una variante è rappresentata dal PET + PTFE. In questo caso l’arnite viene caricata con del ptfe che ne aumenta ulteriormente le caratteristiche di scorrevolezza e viene utilizzato per la costruzione di piani o perni di scorrimento.

Rimangono invariate le caratteristiche di igroscopicità,  stabilità dimensionale e durezza.

I formati disponibili dell’arnite+ptfe sono:

Barra PET + PTFE
Lunghezza: 3000 mm
Diametro: da 10 a 125 mm
Lastra PET + PTFE
Formato: 500×3000 mm
Spessore: da 10 a 50 mm

Per ricevere in OMAGGIO la scheda tecnica dell’Arnite, per avere maggiori informazioni o per lasciare un commento a questo articolo registratevi compilando il form qui sotto

A presto!

PVDF -Fluoruro di Vinildene

IL PVDF o fluoruro di vinildene è un materiale plastico ottenuto per estrusione.

Come tutti i fluorurati la sua caratteristica principale è la resistenza ad ambienti chimici.

A differenza però degli altri tecnopolimeri fluorurati, come ad esempio il PTFE trattato nell’articolo al link http://www.materieplastiche.info/blog/2016/03/03/ptfe/ , il PVDF ha una resistenza meccanica decisamente superiore e non subisce deformazione sotto peso.

E’ compatibile con le normative alimentari, è atossico ed ha un elevato grado di purezza.

E’ piuttosto stabile alle variazioni di temperatura e infatti ha un campo di utilizzo compreso tra i -30°C ed i +150°C, limite inferiore rispetto al PTFE che arriva fino a 250°C.

Ha un basso coefficiente d’attrito che lo rende idoneo all’utilizzo come cuscinetto ma è idoneo anche in ambienti alimentari come quello delle pompe per liquidi alimentari.

Essendo resistente agli agenti chimici, offre una buona resistenza ai raggi UV, all’invecchiamento, alle radiazioni ed agli agenti atmosferici.

PVDF

Presso i nostri stock è possibile trovare il PVDF in lastre o tondi di diverse dimensioni.

Per conoscere le possibilità a vostra disposizione contattatemi compilando il breve form qui sotto . Anche per ricevere in OMAGGIO la scheda tecnica del PVDF registratevi qui sotto, sarò lieto di inviarvi il regalo!

A presto!

 

Tela bachelizzata

La tela bachelizzata è un tecnopolimero tra i più antichi, infatti la sua origine risale al 1907 ed è il primo materiale termoindurente.

Termoindurente significa che una volta fuso, raffreddato ed indurito non può più essere scaldato nè rimodellato.

La tela bachelizzata è un laminato di cotone a trama fine e resina fenolica ed è disponibile in barre o lastre ottenute per estrusione.

Unisce un’ottima resistenza meccanica ad un altrettanto ottimo comportamento isolante.

Tela bachelizzata

E’ un tecnopolimero piuttosto sensibile all’esposizione alla luce tant’è che tende a cambiare colore quando vi è esposta (si scurisce).

In passato è stata largamente usata in campi elettrotecnici, interruttori elettrici, manici di pentole, apparati di radioricezione.

Oggi è piuttosto utilizzata per la realizzazione di ingranaggi silenziosi a basso modulo, cammes, cuscinetti a strisciamento o apparati elettrici a bassa tensione.

Per ricevere in OMAGGIO la scheda tecnica delle tela bachelizzata, per lascire un commento o per ottenere maggiori informazioni registratevi compilando il form qui sotto, sarò lieto di rispondere ai vostri dubbi.

A presto!

 

Polipropilene

Buongiorno a tutti, oggi parleremo del tecnopolimero denominato Polipropilene.

La sua sigla è PP ed è un materiale plastico che può essere ottenuto sia per estrusione che per pressatura.

Il programma commerciale prevede :

  • Polipropilene estruso di colore naturale, grigio o nero
  • Polipropilene caricato con fibre di vetro al 30 %
  • Polipropilene pressato per ottenere lastre di alto spessori nei colori naturale o grigio.

Polipropilene3

Il PP estruso è particolarmente idoneo in applicazioni con forte presenza di sostanze corrosive grazie alla sua forte resistenza agli agenti chimici.

Quindi è utilizzato per la costruzione ed il rivestimento di vasche nell’industria chimica, vasche galvaniche. impianti di depurazione acque, valvole e di numerosi altri particolari meccanici.

Da tenere presente che non è adatto a lavorare alle basse temperature: infatti il polipropilene ha un campo di utilizzo compreso tra 0°C e 90°C.

Ha un peso specifico (o densità ricordiamo sempre quanto spiegato nell’articolo http://www.materieplastiche.info/blog/2016/02/08/peso-specifico/  ) piuttosto basso di 0,92, ha proprietà meccaniche discrete ed facilmente lavorabile alle macchine utensili.

Il PP GF30, ovvero polipropilene caricato al 30% con fibre di vetro, ha sostanzialmente le stesse caratteristiche del PP estruso, ma grazie all’aggiunta delle sopracitate fibre, questo materiale plastico aumenta la propria resistenza all’usura.

Normalmente è disponibile solo in barre con diversi diametri come segue:

Barre PP GF30
Lunghezza: 2.000mm
Diametro: da 20 a 120mm

Le applicazioni sono le medesime della versione estrusa, quindi vasche per industria chimica, vasche galvaniche, impianti di depurazione acque e numerose altre applicazioni nel settore meccanico.

Da tenere presente che questo materiale ha dei costi decisamente superiori a quelli del polipropilene estruso.

Anche il polipropilene pressato presenta le stesse caratteristiche di quello estruso, solo che, essendo prodotto mediante pressatura di granuli , permette di ottenere lastre di maggiore spessore rispetto all’estruso.

Polipropilene4

 

Nel nostro magazzino, disponiamo di lastre, barre tonde e manicotti per soddisfare qualsiasi esigenza come segue:

Barre PP estruso
Lunghezza: 2.000mm Diametro: da 10 a 500mm

Lastre PP estruso
Formato: 1.000×2.000mm – 1.500×3.000mm Spessore: da 1 a 40mm

Manicotti PP estruso
Formato a richiesta

Colori: naturale, grigio, nero

Lastre PP pressato
Formato: 1.000×2.000mm
Spessore: da 20 a 60mm

Colori: naturale, grigio.

Per ricevere in OMAGGIO la scheda tecnica del Polipropilene, o per avere maggiori informazioni al riguardo, registratevi compilando il form qui sotto, sarò lieto di rispondere alle vostre necessità!

A presto!